ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER ED OTTIENI UN 10% DI SCONTO, CLICCA QUI!

Forfora nei capelli appena lavati: 6 motivi

donna con forfora nei capelli appena lavati

Perché c’è la forfora nei capelli appena lavati? Almeno dopo lo shampoo non dovremmo avere deterso lo scalpo ed eliminato i fastidiosi puntini bianchi? In realtà potrebbe proprio essere colpa sua, ma è solo una delle possibili spiegazioni di questo fenomeno. Approfondiamole insieme nel corso di questo articolo.

Perché c’è la forfora nei capelli appena lavati?

lente di ingrandimento sulla forfora nei capelli appena lavati

È la prima volta che compare la forfora nei capelli appena lavati? O è un problema ricorrente? Ci sono molte variabili che entrano in gioco quando si parla di forfora. E comunque: è proprio forfora? Spesso quei puntini bianchi fra le ciocche ancora bagnate sono scaglie di pelle morta. Non forfora quindi ma secchezza del cuoio capelluto.

Se soffri di forfora secca, tutti i prodotti antiforfora sono sbagliati. L’articolo Cos’è la forfora e come eliminarla in modo naturale può aiutarti a capire di che tipo di forfora soffri e come intervenire nel modo giusto.

Intanto, restiamo sul tema e cerchiamo di capire che cosa provoca quei pallini bianchi nei capelli appena lavati.

1. Usi troppi prodotti per capelli

Partendo dal presupposto che la maggior parte dei prodotti di bellezza (inclusi quelli per lo styling dei capelli) sono di derivazione chimica, e quindi non benefici per la salute di pelle e capelli, usarne troppi e con troppa frequenza peggiora la situazione.

Se oltre alla forfora hai capelli deboli e sfibrati, opachi, fini e senza volume, sappi che tutti i singoli prodotti che acquisti per migliorare il loro aspetto li rende ancora più sofferenti.

Lacca, schiuma, gel o simili si accumulano sul derma ma anche sulla struttura stessa del capello. Sono gli stessi accumuli che si sfaldano a poter essere “quella forfora” che vediamo nei capelli appena lavati. Lo shampoo li ha indeboliti e l’azione del massaggio li ha staccati, insieme a piccoli lembi di pelle morta.

2. Sbagli a lavare i capelli

Se trovi spesso la forfora nei capelli appena lavati (o meglio “i puntini bianchi”, perché non sappiamo se è davvero forfora) è probabile che sbagli a lavarti i capelli.

L’azione è così elementare che non ci soffermiamo mai a pensare che, in realtà, non si tratta solo di versare lo shampoo e strofinare un po’ lo scalpo. Intanto ci vuole calma. Non esageriamo con la dose di prodotto, l’importante è che sia abbastanza per raggiungere tutti i punti del cuoio capelluto e le lunghezze.

Per eliminare la pelle morta bisogna massaggiare bene la testa. Dedica almeno 2-3 minuti e fai lenti movimenti circolari con i polpastrelli. A questo punto distribuisci lo shampoo sulle lunghezze dalla radice alle punte. Lascia agire qualche istante e risciacqua con abbondante acqua tiepida.

Una temperatura troppo elevata contribuisce all’irritazione e alla disidratazione della pelle. Da evitare sia in caso di secchezza che di forfora grassa e batterica, ma in generale è da evitare in qualsiasi caso.

3. Hai una condizione della pelle non trattata

Alcune condizioni della pelle possono avere come conseguenza la desquamazione dello scalpo. Non si tratta quindi di vera e propria “forfora” (legata alla proliferazione incontrollata di un fungo chiamato Malassezia) ma le scaglie bianche che noti fra i capelli e sui vestiti saranno sempre presenti e abbondanti, anche nei capelli appena lavati.

Due in particolare: dermatite seborroica e psoriasi. La dermatite seborroica è forse la più diffusa perché concatenata ad alimentazione e stress, oltre che a un cattivo stato di salute generale della pelle dello scalpo.

Gli shampoo antiforfora sono deleteri per la povera pelle già provata dalla condizione. Meglio usare prodotti delicati ma con un’azione antibatterica naturale. Il miele, ad esempio, che oltretutto è anche nutriente e idratante, e quindi indirizza tutti i problemi legati alla desquamazione da dermatite.

4. Sbagli shampoo

donna si lava i capelli con prodotti sbagliati, troppo aggressivi

Ci sono profonde differenze fra la forfora secca e quella grassa. Dato che la forfora secca non è causata da batteri ed eccesso di sebo ma da semplice disidratazione dello scalpo, usare shampoo aggressivi specifici per la forfora peggiora il problema.

Non stai usando shampoo antiforfora? Potrebbe essere comunque troppo aggressivo.

I prodotti commerciali sono formulati con tensioattivi chimici, i famosi SLS e SLES, acronimi di Sodium Lauryl Sulfate e Sodium Laureth Sultate.

La loro funzione? Fare tanta bellissima schiuma che dà l’idea di “detersione”. Di fatto, sono tensioattivi e come tali catturano ed eliminano lo sporco ma a discapito dello scalpo, che soffre dell’aggressività dei petrolati (esatto, entrambi sono derivati del petrolio).

I prodotti naturali invece usano tensioattivi vegetali che non irritano la pelle e hanno la stessa azione detergente.

Gli shampoo commerciali, antiforfora o meno, distruggono la barriera lipidica dello scalpo e gli oli naturali del capello, seccano la cute, la irritano e lei si squama, rilasciando tante scagliette bianche nei capelli appena lavati.

5. Non ti pettini i capelli prima di lavarli

Chi ha i capelli grassi produce un eccesso di sebo che tende a rimanere ancorato allo scalpo e ai primi centimetri del capello. Pettinare i capelli prima di lavarli permette di ridistribuire gli oli su tutta la lunghezza e, durante la doccia, lo shampoo potrà detergere meglio lo scalpo ed eliminare le scaglie prodotte dagli accumuli di sebo.

Per eliminare la forfora dai capelli grassi dobbiamo puntare a riequilibrare la produzione di sebo. Alcuni oli essenziali, come quello di melaleuca, o ingredienti naturali come il miele sono notoriamente efficaci.

6. Non ti asciughi i capelli (o li asciughi male)

Se noti la forfora dopo lo shampoo ci sono altri due altri possibili scenari: non ti asciughi i capelli dopo averli lavati oppure li asciughi nel modo non appropriato.

Andare a letto con i capelli ancora umidi favorisce la proliferazione batterica. Da qui la comparsa di problemi di infiammazione e desquamazione dello scalpo, con conseguente forfora.

Lasciare asciugare i capelli all’aria senza usare il phon può sembrare il modo più salutare e naturale per preservare la salute della chioma, eppure anche in questo caso c’è il rischio che l’umidità persista negli strati più nascosti dello scalpo e i batteri abbiano il tempo di proliferare.

Usare il phon è quindi la scelta migliore. Attenzione però alle temperature. Come per l’acqua, anche l’aria troppo calda del phon può irritare la pelle e seccarla al punto da farla rompere, creando le piccole scaglie di pelle morta che restano attaccate ai capelli.

Scopri Aura, lo shampoo naturale di Opimo

Shampoo AURA con aloe e miele

Lo shampoo naturale Aura è a base di miele e aloe, per purificare, idratare, rinforzare e riequilibrare la cute e i capelli. Usa Aura con regolarità e non troverai mai più la forfora nei capelli appena lavati. Che si tratti di forfora secca, grassa, infiammazioni del cuoio capelluto, condizioni cutanee o prodotti sbagliati che hanno danneggiato la salute dello scalpo, Aura ti saprà regalare quella chioma fluente (e senza puntini bianchi) che hai sempre sognato.

In che modo?

  • Miele: il miele è un antibatterico naturale. Elimina alla radice funghi e batteri che causano la forfora legata alla Malassezia e ad altre condizioni dello scalpo. Ha un’azione seboregolatrice molto efficace che regola la produzione di sebo tipica della forfora grassa.
  • Aloe: l’aloe è un eccellente alleato contro la forfora da condizioni della pelle e secchezza cutanea. Calma, lenisce, elimina il senso di prurito che porta alla desquamazione e idrata in profondità lo scalpo. Uno scalpo idratato non si spacca creando gli antiestetici pallini bianchi post-lavaggio.
  • Olio essenziale di cannella: il miele libera i pori, l’aloe calma l’irritazione e l’olio essenziale di cannella stimola la circolazione e l’ossigenazione dei tessuti. Proprio quello che serve a uno scalpo soffocato dall’accumulo di residui chimici (prodotti sbagliati e in eccesso), pelle morta, sebo e sporcizia.

L’olio essenziale di arancio dolce (dermopurificante e nutriente) e le proteine idrolizzate del grano (addolcenti e ristrutturanti) conferiscono alla chioma un aspetto lucente e setoso.

La formula naturale dello shampoo Aura si adatta a tutti i tipi di pelle. Usalo regolarmente, vedrai i primi risultati già dopo pochi lavaggi.

AURA shampoo doccia nutriente e lenitivo 200ml con aloe e miele

Hai domande o vorresti un consulto personalizzato? Contatta i nostri beauty expert via WhatsApp o tramite email, cliccando sul bottone qui in basso.

Condividi

Carrello dello shop (0)

Nessun prodotto nel carrello.